Il grande INGANNO di ChatGPT

Go to ENGLISH verison here
links

“sia luce… a chiacchere”

Il grande INGANNO di ChatGPT

Tutti pazzi per questa nuova meraviglia della tecnica, ma attenzione non è tutt’ oro quello che luccica!
Studio, utilizzo e insegno l’intelligenza artificiale (IA) da tanto tempo.
E’ affascinante, meravigliosa terribile e pericolosa. Inutile combatterla, la IA, ovvero Skynet, è già tra noi.
ChatGPT, è una di quelle IA che, ultimamente, affascina di più tutte le persone perché sembra veramente un miracolo, quando la si usa sembra di “parlare” con un intelligenza, un “intelligenza” artificiale che sa più cose di noi (e questo spaventa anche i più).

Attenzione, come per quanto riguarda l’intelligenza artificiale applicata alle immagini, Dall-E, Midjourney e il cattivissimo StableDiffusion, è però tutto un INGANNO.

Non ve l’ha mai spiegato nessuno direttamente e brutalmente, anche perché, ormai, tutti sono affascinati da questi strumenti, ma l’inganno c’è ed è un po triste. Oltre che triste, quando si capisce il perché, il suo difetto diventa anche pericoloso per il nostro futuro.

La verità sulle “intelligenze” artificiali è che, in realtà, sotto sotto, si tratta sempre di un vecchio e “stupido” programma ripetitivo :

10 goto 20;
20 goto 10;

La IA e’ un programma, molto, molto più complicato e avanzato, ma sempre “programmato” da esseri umani e fondamentalmente stupido e ripetitivo anche se appare sorprendentemente umano e mai uguale a se stesso. L’inganno è proprio questo ed è stato programmato per essere così.

So che sembra strano e brutto quanto scrivo ma questa è la verità.
I programmi di intelligenza artificiale grafici, quando compongono un immagine che apparentemente sembra stupenda o reale non “sanno” cosa stanno facendo in realtà.

Vi spiego meglio: quando genero un immagine con IA di “un castello su Marte in 3D”, il programma mi visualizza una meravigliosa immagine (512×521 pixel) di un castello su Marte in 3D. Sorpresa, meraviglia e disperazione dei “vecchi” grafici 3D che perderanno il lavoro!
Ad osservare l’immagine prodotta ci si sorprende: è perfetta e bellissima. Il rendering, le luci e il modello 3D è stato generato da un programma che ci lascia a bocca aperta e per giunta generato in pochi secondi addirittura meno del tempo che impiegherebbe un grafico 3D solo per fare un cubo.

La IA sa che cosa ha fatto e cosa è un castello? Può sapere come renderizzarlo in 3D? Che programma 3D ha utilizzato? Come ha fatto a sapere quante guglie e finestre inserire? Dove le ha studiate e capite?
Nulla di tutto questo, la IA, non importa quanto potente e costosa sia, non sa assolutamente nulla di cosa sia un castello o come si faccia un modello 3D. L’”intelligenza” artificiale non usa un modellatore 3D non sa nulla e non ha compreso neanche quello che noi gli abbiamo chiesto. Ha “semplicemente” associato la nostra richiesta (Prompt) al suo database. La parola “castello” è associata a forme ed immagini che il database ha “rastrellato” in internet ricercando la parola “castello”, cosa sia poi… non le interessa. Il programma non sa cosa è un castello, ma sa quali immagini e proporzioni contiene un immagine che noi chiamiamo “castello”. Quando ricostruisce un immagine non usa nessun motore di rendering, non crea nessun modello 3D. Genera una nuvola di punti e cerca di ricostruire in modo molto efficiente e potente un immagine pescando da uno sterminato database di immagini analizzate in precedenza ( i ckpt).

Usando queste informazioni archiviate precedentemente, le mischia, le incrocia a caso (si a caso!) e produce un insieme di 512×512 pixel che per lei non hanno alcun significato, mentre a noi “ricordano” un immagine di un castello, esattamente come le migliaia di immagini e foto di castelli che si trovano in rete.

Le IA grafiche sono anche in grado di “miscelare”, stili e richieste a piacimento. La richiesta di avere in immagine di un Castello realizzato in 3D aggiunge infatti anche lo “stile” delle immagini in 3d al prodotto finale fatto solo di pixel.

Cosa fa ChatGPT?
La stessa cosa ma sui testi.
Quando parliamo e scriviamo in ChatGPT il programma ci risponde in modo sorprendentemente “umano”, sembra veramente che “capisca” cosa chiediamo e sa come rispondere in modo “umano”. In realtà è un INGANNO, il programma (estremamente complesso) genera una risposta “coerente” e simile IA testi che ha “studiato” e catalogato nei suoi database. Come le IA grafiche producono immagini meravigliose , non sapendo realmente cosa siano, allo stesso modo ChatGPT risponde in modo perfetto pur non sapendo cosa ha scritto. Ha solo riportato un testo “coerente” con la nostra domanda pescando nel database di tutti i testi che ha, prima, setacciato ed archiviato in rete. Se gli chiediamo di parlarci di un “castello”, il programma trova le connessioni e i testi che hanno già “parlato” di castelli. Più è grande il database più sarà vario e completo il “testo” che ci propone come risposta. In altri termini, in realtà non ci risponde veramente, ma ci riporta un “testo”, in risposta alla nostra richiesta, che ha organizzato “assemblandolo” da altri testi coerenti. LA IA non ha “coscienza” di quanto scrive.

Insomma per spiegarlo meglio faccio un esempio: Se ci fossimo messi d’accordo, qualche anno fa e avessimo scambiato la parola “pesce” con “elefante” su tutte le didascalie di pesci ed elefanti su internet (tutte!). Gli algoritmi “intelligenti” oggi disegnerebbero elefanti al posto di pesci, solo perché è la didascalia che associa il nome all’immagine.
Allo stesso modo Chat GPT non fa altro che risponderci “COPIANDO” i testi che noi stessi abbiamo messo su internet.
Certo, ci sarebbe da chiedersi cosa è la coscienza collettiva, il sapere diffuso e cosa è reale. La nostra storia ed i nostri testi siamo noi?
Quando un essere umano smette di ripetere cose già dette e ne crea di nuove?.. Ma questo è un altro discorso.

Insomma, ChatGPT, copia, imita e ripropone i nostri stessi testi, rimescolati e risistemati in modo che il linguaggio sia coerente e sorprendentemente “umano”. Non c’è da stupirsi quando poi chiediamo cose tecniche o linee di programmazione a ChatGPT, qui funziona ancora meglio, è tutto preciso e perfetto e .. logico.

Quale è il pericolo o l’inganno?
Il problema è che quello che dice ChatGPT non è sempre vero, non è scienza, è solo quello che la collettività ha lasciato nei testi che il programma ha setacciato e organizzato nei suoi database.
Per esempio, se tutti scrivessimo che i fantasmi esistono, con prove, fotografie e racconti “storici” un intelligenza artificiale “allenata” su questi testi, ci farebbe credere e argomenterebbe perfettamente l’esistenza “reale” dei fantasmi. Il problema è che poi noi stessi gli crederemmo! Insomma, se quello che abbiamo scritto su internet è una marea di sciocchezze, l’ intelligenza artificiale ci riproporrebbe quelle stesse sciocchezze come verità! Qualcuno potrebbe dire che è esattamente quello che è successo alla nostra storia, dove chi ha vinto o chi ha potere “scrive” i libri di storia…

In realtà la questione è molto più complessa e ci sono comunque dei sistemi di controllo e delle “censure” prestabilite per evitare polemiche. Ma la realtà è che le intelligenze artificiali crederanno e ci riproporranno solo e soltanto quello che noi ambiamo seminato, descritto e ..programmato. Se i nostri testi sono sbagliati, la IA sbaglierà. Se vogliamo ingannare la IA, potremo ingannarla con informazioni scorrette e quello che risponderà sarà pilotato da noi e soprattutto dai programmatori.
Fino a quando la IA sarà collegata ad un semplice schermo e restituirà solo parole scritte e immagini, nulla di problematico. Ma quando qualcuno la collegherà ad una industria di robot o agli armamenti.. sarà peggio del film Terminator.

Perché ho scritto tutto questo?
Perché un giorno per divertimento ho “testato” ChatGPT su un argomento che studio da oltre 30 anni: Leonardo da Vinci. Conosco abbastanza bene l’argomento da poter “sfidare” ChatGPT.

Cosa ho scoperto? Ho scoperto che ChatGPT mi riproponeva le solite cose banali, nozionistiche e ripetitive che si trovano in internet. Il vero problema è che in questi anni ho scoperto quanti errori e banalità sono state dette su Leonardo, ripetute in libri, in mostre e musei e da curatori che sono più affaristi pappagalli che veri studiosi. Il risultato? La ripetizione delle banalità ha trascinato con se errori e scorrettezze che si ritrovano in molti testi e che ChatGPT ha “imparato” come fosse la verità. Per cui, chiedendo cose specifiche a ChatGPT su Leonardo da Vinci ho scoperto che sbagliava, perché ripeteva gli errori e le banalità presenti in rete. Ne ho dedotto che anche per tutti gli argomenti è probabile che i testi scritti siano “ripetizioni” di banalità e luoghi comuni.

Per farvi un altro esempio: Se ci fossero delle persone convinte che la terra sia piatta, tanto da scrivere libri e fare dimostrazioni (che ipotesi assurda!…?). ChatGPT imparerebbe anche da loro e … ci potrebbe proporre un libro sulla terra piatta come “verità”!

Siamo fregati! Ingannati, da noi stessi e dai nostri programmi.

Forse skynet sarebbe utile per un bel “reset” planetario.

PDF

AI

ChatGPT
https://chat.openai.com

DALL-E 2
https://openai.com/dall-e-2/

Midjourney
https://www.midjourney.com/home/

Dalle MINI
https://huggingface.co/spaces/dalle-mini/dalle-mini

NightCafe
https://nightcafe.studio/

Deep Dream Generator
https://deepdreamgenerator.com/

Artbreeder
https://www.artbreeder.com/

DeepAI
https://deepai.org/machine-learning-model/text2img


Lexica / The Stable Diffusion search engine
https://lexica.art/


Stable Diffusion
https://en.wikipedia.org/wiki/Stable_Diffusion

Textual Inversion embeddings
https://huggingface.co/sd-concepts-library
https://cyberes.github.io/stable-diffusion-textual-inversion-models/
https://rentry.org/embeddings


Textual Inversion embeddings

https://huggingface.co/sd-concepts-library

https://cyberes.github.io/stable-diffusion-textual-inversion-models/

https://rentry.org/embeddings


ENG

The great DECEPTION of ChatGPT

Everyone is crazy about this new marvel of technology, but be careful not all that glitters is gold!
I have been studying, using and teaching artificial intelligence (AI) for a long time.
It is fascinating, wonderful, terrible and dangerous. It is useless to fight it, the AI, or Skynet, is already among us.
ChatGPT, is one of those AIs that, lately, fascinates all people the most because it really seems like a miracle, when you use it it seems to “speak” to an intelligence, an artificial “intelligence” that knows more things than us (and this scares even most).

Be careful, as regards the artificial intelligence applied to the images, Dall-E, Midjourney and the very bad StableDiffusion, however, it is all a DECEPTION.

No one has ever explained it to you directly and brutally, also because, by now, everyone is fascinated by these tools, but the deception exists and it’s a bit sad. In addition to being sad, when you understand why, its defect also becomes dangerous for our future.

The truth about artificial “intelligence” is that, deep down, it is always an old and “stupid” repetitive program:

10 goto 20;
20 goto 10;

AI is a program, much, much more complicated and advanced, but always “programmed” by human beings and fundamentally stupid and repetitive even if it appears surprisingly human and never the same. Deception is just that and was designed to be that way.

I know it seems strange and ugly what I write but this is the truth.
Graphical artificial intelligence programs, when composing an image that apparently looks beautiful or real, do not “know” what they are actually doing.

Let me explain: when I generate an image with AI of “a castle on Mars in 3D”, the program displays a wonderful image (512×521 pixels) of a castle on Mars in 3D. Surprise, wonder and despair of the “old” 3D graphic designers who will lose their jobs!
Looking at the image produced, one is surprised: it is perfect and beautiful. The rendering, the lights and the 3D model were generated by a program that leaves us speechless and moreover generated in a few seconds even less than the time it would take a 3D graphic just to make a cube.

Does the AI know what it has done and what is a castle? Can you know how to render it in 3D? What 3D program did you use? How did he know how many spiers and windows to put in? Where did you study and understand them?
None of this, the AI, no matter how powerful and expensive it is, knows absolutely nothing about what a castle is or how to make a 3D model. Artificial “intelligence” does not use a 3D modeler, it knows nothing and has not even understood what we have asked it. He “simply” associated our request (Prompt) with his database. The word “castle” is associated with shapes and images that the database has “raked” on the internet by searching for the word “castle”, what it is then… it doesn’t interest you. The program doesn’t know what a castle is, but it does know what images and proportions an image we call a “castle” contains. When it reconstructs an image it doesn’t use any rendering engine, it doesn’t create any 3D model. It generates a point cloud and tries to reconstruct an image in a very efficient and powerful way by drawing from an immense database of previously analyzed images (the ckpts).

Using this previously stored information, she mixes them, crosses them at random (yes at random!) and produces a set of 512×512 pixels that have no meaning to her, while to us they “remind” an image of a castle, exactly like the thousands of images and photos of castles found on the net.

Graphic AIs are also able to “mix” styles and requests at will. The request to have a 3D image of a Castle also adds the “style” of the 3D images to the final product made only of pixels.



What does ChatGPT do?
The same thing but on the texts.
When we speak and write in ChatGPT the program answers us in a surprisingly “human” way, it really seems that it “understands” what we ask and knows how to respond in a “human” way. In reality it is a DECEPTION, the program (extremely complex) generates a “coherent” response and similar AI texts that it has “studied” and cataloged in its databases. As the graphic AI produces wonderful images, not really knowing what they are, in the same way ChatGPT responds perfectly without knowing what he wrote. He only reported a text that was “consistent” with our question by fishing from the database of all the texts that he had previously sifted through and archived on the net. If we ask it to tell us about a “castle”, the program finds the connections and texts that have already “talked” about castles. The larger the database, the more varied and complete will be the “text” it proposes as an answer. In other words, he doesn’t really answer us, but he brings us back a “text”, in response to our request, which he has organized by “assembling” it from other coherent texts. The AI has no “consciousness” of what it writes.

In short, to explain it better, I’ll give an example: If we had agreed a few years ago and we had exchanged the word “fish” with “elephant” on all the captions of fish and elephants on the internet (all of them!). “Intelligent” algorithms today would draw elephants instead of fish, just because it is the caption that associates the name with the image.
In the same way Chat GPT does nothing but answer us by “COPYING” the texts that we ourselves have put on the internet.
Of course, we should ask ourselves what is collective consciousness, widespread knowledge and what is real. Are our history and our texts us?
When does a human being stop repeating things already said and create new ones?.. But that’s another matter.

In short, ChatGPT copies, imitates and re-proposes our own texts, reshuffled and rearranged so that the language is coherent and surprisingly “human”. No wonder then when we ask ChatGPT for technical things or lines of programming, here it works even better, everything is precise and perfect and .. logical.

What is the danger or deception?
The problem is that what ChatGPT says isn’t always true, it’s not science, it’s just what the community has left in the texts that the program has sifted through and organized in its databases.
For example, if we all wrote that ghosts exist, with evidence, photographs and “historical” stories, an artificial intelligence “trained” on these texts would make us believe and perfectly argue the “real” existence of ghosts. The problem is that then we ourselves would believe him! In short, if what we have written on the internet is a lot of nonsense, artificial intelligence would re-propose those same nonsense as truth! Someone could say that this is exactly what happened to our history, where whoever won or who has power “writes” the history books…

In reality, the question is much more complex and there are in any case control systems and pre-established “censorships” to avoid controversy. But the reality is that artificial intelligences will believe and will propose to us only and only what we aspire to have sown, described and .. programmed. If our texts are wrong, the AI will be wrong. If we want to deceive the AI, we will be able to deceive it with incorrect information and what will respond will be piloted by us and above all by the programmers.
As long as the AI is connected to a simple screen and returns only written words and images, nothing problematic. But when someone links it to a robot industry or armaments… it will be worse than the Terminator movie.

Why did I write all this?
Because one day for fun I “tested” ChatGPT on a topic I’ve been studying for over 30 years: Leonardo da Vinci. I know the subject well enough to “challenge” ChatGPT.

What have I discovered? I discovered that ChatGPT presented me with the usual trivial, notional and repetitive things found on the internet. The real problem is that in recent years I have discovered how many errors and platitudes have been said about Leonardo, repeated in books, exhibitions and museums and by curators who are more parrot businessmen than true scholars. The result? The repetition of banalities has brought with it errors and incorrectness that are found in many texts and that ChatGPT has “learned” as if it were the truth. Therefore, asking ChatGPT about Leonardo da Vinci for specific things, I discovered that he was wrong, because he repeated the mistakes and banalities present on the net. I deduced from this that even for all topics it is probable that the written texts are “repetitions” of platitudes and clichés.

To give you another example: If there were people convinced that the earth is flat, enough to write books and make demonstrations (what an absurd hypothesis!…?). ChatGPT would also learn from them and… could offer us a flat earth book as “truth”!

We are screwed! Deceived, by ourselves and by our programs.

Perhaps skynet would be useful for a nice planetary “reset”.

L’ULTIMA CENA DI LEONARDO COME MAI VISTA PRIMA

Mario Taddei

Conferenza
16 Dicembre 2022 – Merate

Video conferenza completo
Un inedita ricostruzione virtuale degli ambienti dove Leonardo ha dipinto il Cenacolo. La nuova ricostruzione del 2022 del dipinto così come lo aveva ideato Leonardo, con i colori veri e le parti mancanti, si estende oltre a quello che tutti conoscono. La realtà virtuale consente un viaggio in alta definizione in un ambiente magico che ci svela numerosi trucchi e segreti di pittura di Leonardo. Tutto è stato ricostruito in base a nuovi documenti storici che conservano ancora elementi ormai perduti.
Il cenacolo in Realtà Virtuale!

In coda Presentazione della “Gioconda Cinese” dal libro: “E se…? IL MULTIVERSO FANTASTICO DI Leonardo da Vinci – MACCHINE MISTERIOSE, CODICI e ARTE DIGITALE”

Curiosità:
al minuto 1h13″ Il casco virtuale funziona solo per i primi 12 secondi perché le telecamere del casco , una volta incontrato il fascio di luce del proiettore hanno mandato in tilt il sistema di controllo che non riconosceva più la stanza reale al buio. La presentazione è proseguita con l’utilizzo della realtà virtuale su schermo semplice.

Libri di riferimento:

Su AMAZON LEONARDO DA VINCI & LA REALTA’ VIRTUALE DALLA GIOCONDA AL METAVERSO: Capolavori e progetti precursori della moderna realtà virtuale. Disegni, scienza, … sogno di volare nei manoscritti di Leonardo
ISBN-13 : 979-8779181631
https://www.amazon.it/dp/B09MYHKQDC

Come diventare Leonardo da Vinci – I veri segreti del genio svelati: Più di 100 tecniche e segreti di Leonardo che ti aiuteranno a diventare il nuovo Da Vinci!
ISBN: 979-8428095029
https://www.amazon.it/dp/B09TRM21VD

I ROBOT E L’ANDROIDE DI LEONARDO DA VINCI
ISBN-13 : 979-8541060010
https://www.amazon.it/dp/B09L4WZPXG

E se…? IL MULTIVERSO FANTASTICO DI Leonardo da Vinci MACCHINE MISTERIOSE, CODICI e ARTE DIGITALE
Sogni, fantasie e nuove opere d’arte ispirate dai manoscritti e dalle opere di Leonardo da Vinci
ISBN: 9798353744504
https://www.amazon.it/dp/B0BFTW93ZD

DA LEONARDO DA VINCI AL METAVERSO

Mario Taddei

ASSOCIAZIONE CULTURALE LA SEMINA – APS
CON IL PATROCINIO E IL CONTRIBUTO DEL COMUNE DI MERATE

Auditorium Comune di Merate / Piazza degli Eroi, 3
MAPS: https://goo.gl/maps/g5HG83GqoVhhc7sR9

Cosa è il Metaverso e come funziona la realtà Virtuale? Quali sono i collegamenti con le ricerche, la scienza e l’arte di Leonardo?
Un percorso guidato che ci porterà alla scoperta dei segreti dell’arte e della scienza. Una mostra virtuale fruibile su qualsiasi dispositivo in tutto il mondo.
Quale è il vero segreto della Gioconda?
Quanto era grande veramente il Cenacolo?
Quanti metri era larga la nave volante di Leonardo?

Quali erano i trucchi per realizzare i dipinti nel rinascimento? Tutte queste domande hanno a che fare sia con l’arte sia con la scienza di Leonardo. Le ricerche sull’ottica, sulla geometria e sulla rappresentazione delle cose hanno reso immortale Leonardo. Leonardo si chiedeva come funzionava la luce sia per realizzare dipinti meravigliosi, sia per capire e conoscere le cose in se.

Scopriremo anche un Leonardo scienziato, precursore delle moderne tecniche e tecnologie che stano alla base della realtà virtuale e dei nostri cellulari. Incredibile ma vero, fu proprio Leonardo ad inventare la realtà virtuale con i suoi incredibili dipinti vivi ed avvolgenti.

1
VENERDÌ 28 OTTOBRE: ORE 20.45
DA LEONARDO DA VINCI AL METAVERSO
Cosa è il Metaverso e come funziona la realtà Virtuale? Quali sono i collegamenti con le ricerche, la scienza e l’arte di Leonardo? Segreti e principi di Leonardo che ti aiuteranno a diventare il nuovo Da Vinci!


ASSOCIAZIONE CULTURALE LA SEMINA – APS
https://www.facebook.com/laseminaofficial/


Leonardo da Vinci ACADMEY

CON IL PATROCINIO E IL CONTRIBUTO DEL COMUNE DI MERATE
http://www.comune.merate.lc.it/hh/index.php


Auditorium Comune di Merate
MAPS: https://goo.gl/maps/g5HG83GqoVhhc7sR9

Informazioni e contatti pierangelo.marucco@gmail.com
Contatto telefonico: Pierangelo Marucco cell. 328.250.54.00

The Secrets of the Last Supper

Mario Taddei

The Commonwealth Club of California
Thu, Dec. 1, 2022 | 3:00 PM

Join us for a virtual reality tour of Leonardo’s Last Supper, including the secrets, techniques and tricks Leonardo used to create this masterpiece, and an unprecedented virtual reconstruction of the rooms where Leonardo created it. Mario Taddei shows the Last Supper as Leonardo conceived it, with the true colors and missing parts, extending beyond what everyone is familiar with. Virtual reality allows you to travel in high definition through a magical environment, with every detail having been reconstructed on the basis of recently discovered historical documents that include those lost elements.

Virtual reality and 3D computer graphics today can not only help us reconstruct and analyze the lost work, but can also be used to reconstruct the Last Supper. Using digital technologies based on the same mathematical and geometric rules that Leonardo studied, it is possible to virtually enter the same space that Leonardo imagined. Taddei even argues that Leonardo’s manuscripts and drawings demonstrate that he was a forerunner of virtual reality.

Join us for this immersive visual presentation and you will walk away with a better understanding of the Renaissance artistic techniques used by Leonardo, insight into the curiosities and oddities of the Last Supper, and a new way of observing this masterpiece.


Dec 1 / 3:00 pm PST The Commonwealth Club of California110 The EmbarcaderoTaube Family AuditoriumSan Francisco, CA 94105

31/10/2022 – the event has been postponed to a date to be defined


Mario Taddei

Professor of Computer Science, Politecnico of Milan, ACME; Author, Leonardo Da Vinci & Virtual Reality—From Mona Lisa to the Metaverse, and Leonardo’s Machines: Secrets and Inventions in the Da Vinci Codices; Museum Curator and Director, Leonardo Da Vinci Academy

George Hammond

In Conversation with George Hammond
Author, Conversations With Socrates – Moderator

https://www.davincisanfrancisco.com
https://www.commonwealthclub.org
https://humanitieswest.net

Images from the book:

LEONARDO DA VINCI & LA REALTA’ VIRTUALE DALLA GIOCONDA AL METAVERSO

ISBN-13 ‏ : ‎ 979-8779181631
https://www.amazon.it/dp/B09MYHKQDC

LEONARDO DA VINCI & VIRTUAL REALITY – FROM MONA LISA TO THE METAVERSE ISBN-13 ‏ : ‎ 979-8796061497
https://www.amazon.com/gp/product/B09PM8BHH5

Ciclo conferenze – Merate 2022 – LEONARDO DA VINCI METAVERSO – ROBOT – SEGRETI – CENACOLO

Mario Taddei

ASSOCIAZIONE CULTURALE LA SEMINA – APS
CON IL PATROCINIO E IL CONTRIBUTO DEL COMUNE DI MERATE


Auditorium Comune di Merate / Piazza degli Eroi, 3
MAPS: https://goo.gl/maps/g5HG83GqoVhhc7sR9

Locandine in pdf

Quattro incontri per riscoprire il genio, un viaggio magico e rivoluzionario
nel museo virtuale 3D interattivo di Leonardo

1
VENERDÌ 28 OTTOBRE: ORE 20.45
DA LEONARDO DA VINCI AL METAVERSO
Cosa è il Metaverso e come funziona la realtà Virtuale? Quali sono i collegamenti con le ricerche, la scienza e l’arte di Leonardo? Segreti e principi di Leonardo che ti aiuteranno a diventare il nuovo Da Vinci!

2
VENERDÌ 11 NOVEMBRE ORE 20:45
I ROBOT e l’ANDROIDE DI LEONARDO
I segreti, i disegni e l’arte di Leonardo
alla ricerca dei suoi robot nei codici,
dall’archeologia vinciana multimediale alla realizzazione del modello.

3
VENERDÌ 25 NOVEMBRE ORE 20:45
COME DIVENTARE LEONARDO DA VINCI
I veri segreti del genio svelati:
Più di cento segreti e principi di Leonardo
che ti aiuteranno a diventare il nuovo Da Vinci!

4
VENERDÌ 16 DICEMBRE ORE 20:45
L’ULTIMA CENA DI LEONARDO COME MAI VISTA PRIMA
Un inedita ricostruzione virtuale
degli ambienti dove Leonardo ha dipinto il Cenacolo.
Il cenacolo in
Realtà Virtuale!

ASSOCIAZIONE CULTURALE LA SEMINA – APS
https://www.facebook.com/laseminaofficial/


Leonardo da Vinci ACADMEY

CON IL PATROCINIO E IL CONTRIBUTO DEL COMUNE DI MERATE
http://www.comune.merate.lc.it/hh/index.php


Auditorium Comune di Merate
MAPS: https://goo.gl/maps/g5HG83GqoVhhc7sR9

Informazioni e contatti pierangelo.marucco@gmail.com
Contatto telefonico: Pierangelo Marucco cell. 328.250.54.00


Mario Taddei

Prof. Mario Taddei
ha insegnato al Politecnico di Milano. Ha dedicato gran parte della sua attività allo studi o e allo sviluppo di prodotti multimediali interattivi per la divulgazione della scienza. Si occupa da tempo dello studio e della ricerca riguardante Leonardo da Vinci e ne è divenuto uno dei maggiori esperti a livello internazionale. Insegna Realtà virtuale e design. www.mariotaddei.net / www.DaVinciAcademy.net

www.Davinciacademy.net

Locandine in pdf

A.I. Intelligenza Artificiale!

Go to ENGLISH verison here
links

“sia luce…”

Erano le 1:33 di notte,
il mio PC fa risuonare un “bing”..
l’intelligenza artificiale ha terminato il processo di Textual Inversion di …
me stesso.

Non ho resistito, come in un vecchio film chiamato tron (1982) …
sono entrato in un mondo nuovo, affascinante e pericoloso: L’intelligenza Artificiale di nuova generazione. Ho “istruito” la mia nuova I.A. attraverso mie foto alla comprensione del termine “Mario Taddei”, il mio nome.

Una generazione di MarioTaddei.pt dopo il Textual Inversion


Dopo un processo complicato ed incredibilmente affascinante il modello MarioTaddei.pt era pronto. Una copia di me stesso era all’interno del database insieme a migliaia di altri termini.
Il file, che rappresenta me stesso, non è enorme , anzi sorprendentemente piccolo (50 Kb) eppure li sono inserite tutte le informazioni biometriche di me stesso, il mio avatar.

Tron 1982 -scansione di un oggetto da inserire nel mondo virtuale

Adesso posso dire all’IA anche di generare ritratti di me stesso, posso dirle di farmi rivivere in un film, vedermi su Marte, come uomo pesce o come un robot.

Posso chiederle di mostrarmi da vecchio, da morto o vestito come un clown in una vasca di squali rosa mentre mangio una mela trasparente, insomma, qualsiasi cosa.
Solo qualche anno fa non sarebbe stato possibile fare tutto questo.

Solo con schede grafiche molto potenti (ci vogliono addirittura 24 giga di VRAM) è possibile far “allenare” un Intelligenza Artificiale che genera immagini.
Incredibile ed impensabile.
Assurdo, fantastico, meraviglioso e pericolosissimo.

Tron Legacy 2010

Quando ero piccolo vedevo film di fantascienza che processavano immagini “pixelate” con potenti computer, e dopo ore o giorni di super calcoli, riuscivano a far emergere dei volti dai pixel.

Era fantascienza, ora non lo è più.

Il processo sembra una magia, e per chi non sa programmare lo è di sicuro, ma anche dopo tutto quello che ho visto e fatto in 30 anni di carriera “digitale” mi sembra comunque una magia.

Spiegarlo nei dettagli è complicato ma ad un certo livello è anche semplice: l’IA parte proprio dal nulla, da una nuvola di “rumore”, simile a quella dei vecchi televisori di una volta quando non prendevano il segnale. Da un iniziale caos digitale, che ha una precisa dimensione di 262144 punti (ne uno di più ne uno di meno) si genera un “brodo” primordiale sfumato.

Macchie caotiche di luce e buio, come una visione primordiale i processi partono e “immaginano” qualcosa, una rete di connessioni tra punti.

Come nei cervelli dei vermi piatti o nelle cellule primordiali i neuroni cercano di riconoscere nelle macchie un significato così l’IA tenta di connettere delle macchie riconoscendo dei pattern registrati in un enorme data base. Con processi iterativi che collegano le parole digitate in un “prompt” alla sterminata catalogazione di immagini alla fine si arriva alla meraviglia, una nuova immagine generata con precise istruzioni da un “cervello” digitale. Oggi i database che hanno “setacciato” il web per molti cicli sono relativamente piccoli solo 4 gigabyte.

Comunque alla fine ho potuto lanciare la richiesta all’IA di immaginare me stesso. Una serie di immagini, un calcolo impressionante, anni di ricerche e sviluppo di modelli e programmazione open source (grazie a molti programmatori oggi la base della IA è open source, anche se qualcuno ci specula e ci guadagna miliardi)

Ad un certo punto ho notato che nei miei ritratti generati dall’Intelligenza artificiale un orecchio aveva una piccola parte rientrante, un errore, ho pensato. Ed invece, ho poi notato allo specchio, che tra i tanti “difetti” ho anche un orecchio con una piccola parte leggermente rientrante, l’orecchio destro, non ci avevo mai fatto caso, eppure la AI lo aveva archiviato nel suo modello e me lo riproponeva. Potrei modificarlo e re-istruire l’AI ad una mia versione ideale ma preferisco lasciarlo. Si, si può ingannare l’IA e farle credere qualsiasi cosa.

Una generazione di MarioTaddei.pt dopo il Textual Inversion

Ci sono limiti?
Forse no, ed è un po preoccupante.
Attenzione, sul mercato ci sono già numerose applicazioni come Dall-e e Midjourney che macinano ormai miliardi. Questi servizi, che si moltiplicheranno nei prossimi mesi, hanno server centrali e potenza di calcolo “in vendita” , infatti costa soldi veri, processare un immagine con AI. Ogni immagine anche se piccola, consuma tutte le risorse di un PC costoso e potente.

Non dovrei dirlo ma .. attenzione, le AI pubbliche , quelle famose e a pagamento, sono pesantemente censurate. Si, tanta censura, assurdo, ma forse utile. Ad un IA posso chiedere di creare una foto di un macellaio con la faccia da Lady Oscar che per lavoro deve squartare un maiale per procurarci da mangiare, e fin qui nulla di assurdo. Il problema è che posso invertire i termini e visualizzare qualsiasi altra cosa, qualsiasi. Ecco perché per ora tutti i servizi di AI sono censurati, molte parole non si possono scrivere. All’IA non importa cosa chiediamo, per lei non c’è nessuna differenza, per la nostra morale invece potrebbe essere un trauma.

E per i diritti e il copyright?
Un disastro, una voragine un implosione!
Attenzione, i servizi di AI a pagamento, inseriscono dei “watermark” nascosti (si….. non ve lo dicono) e in teoria vorrebbero così conservare il copyright sull’immagine prodotta.
Che disastro poi se questa diventa un NFT! Comunque sia, watermarks e censura non hanno senso in programmazione, si eliminano in 10 secondi.
I problemi sono solo all’inizio e ci sarà da divertirsi.

E’ una tecnologia pericolosa?
Si, molto


Si dovrebbe regolamentare?
Sarebbe meglio di si.

E’ possibile regolamentarla?
NO, se sai programmare

E’ possibile bloccare, censurare e governare un AI?
NO, se sai programmare.

I robot con AI saranno pericolosi?
SI, molto

I robot con AI si possono Limitare con leggi e regole?
Si, basta programmarle

Allora siamo salvi?
No, basta riprogrammarle

E le 3 leggi sulla robotica di Asimov?
Fesserie, se sai programmare si possono togliere.

l’AI conquisterà il mondo?
SI,  un certo senso si.

L’AI prenderà il comando come Skynet e ci distruggerà?
No, non le interessa.

Che mondo sarà?
.. sempre più difficile ed affascinante,
ma tranquilli dureremo poco , tra pandemie ed effetto serra è evidente che il pianeta non ci sopporta più, per non parlare del fatto che nel 2022 siamo ancora a combattere guerre con i carri armati ed i fucili, non ci meritiamo ne il pianeta, ne la bellezza della futura I.A. senziente.

Queste sono tutte generazioni di MarioTaddei.pt dopo il Textual Inversio.
Si, sono io in altri universi generati dalla singolarità*, che presto arriverà.

*Singolarità: momento in cui le IA diventeranno senzienti.

Mario Taddei
5/10/2022 – 2:47 AM!

ENGLISH

Artificial intelligence!

It was 1:33 at night,
my PC sounds a “bing” ..
artificial intelligence has finished the Textual Inversion process of …
myself.

I couldn’t resist, like in an old movie called tron ​​(1982) …
I entered a new, fascinating and dangerous world: the new generation Artificial Intelligence. I “educated” my new A.I. through my photos to the understanding of the term “Mario Taddei”, my name.

Una generazione di MarioTaddei.pt dopo il Textual Inversion

After a complicated and incredibly fascinating process, the MarioTaddei.pt template was ready. A copy of myself was in the database along with thousands of other terms.
The file, which represents myself, is not huge, indeed surprisingly small (50 Kb) and yet all the biometric information about myself, my avatar, is inserted there.

Tron 1982 – scan of an object to be inserted into the virtual world

in a movie, seeing myself on Mars, as a fish man or as a robot.

I can ask you to show me old, dead or dressed like a clown in a pink shark tank while I eat a transparent apple, I mean, anything.
Just a few years ago it would not have been possible to do all this.

Only with very powerful graphics cards (it takes even 24 giga of VRAM) it is possible to “train” an Artificial Intelligence that generates images.
Incredible and unthinkable.
Absurd, fantastic, wonderful and very dangerous.

When I was little I saw science fiction films that processed “pixelated” images with powerful computers, and after hours or days of super calculations, they were able to bring out faces from the pixels.

It was science fiction, now it isn’t.

Tron Legacy 2010

The process seems like magic, and for those who don’t know how to program it certainly is, but even after everything I’ve seen and done in 30 years of “digital” career it still seems like magic.

Explaining it in detail is complicated but at a certain level it is also simple: the AI ​​starts from nothing, from a cloud of “noise”, similar to that of old televisions of the past when they did not pick up the signal. From an initial digital chaos, which has a precise dimension of 262144 points (neither more nor less) a primordial nuanced “broth” is generated.

Chaotic spots of light and dark, like a primordial vision, the processes start and “imagine” something, a network of connections between points.

As in the brains of flatworms or in primordial cells, the neurons try to recognize a meaning in the spots, so the AI ​​tries to connect spots by recognizing patterns recorded in a huge database. With iterative processes that connect the words typed in a “prompt” to the endless cataloging of images, in the end we arrive at the wonder, a new image generated with precise instructions from a digital “brain”. Today, the databases that have scoured the web for many cycles are relatively small, only 4 gigabytes.

However, in the end I was able to send the request to the A.I. ​​to imagine myself. A series of images, an impressive calculation, years of research and development of models and open source programming (thanks to many programmers today the basis of A.I. is open source, even if some speculate on it and make billions of it)

At a certain point I noticed that in my portraits generated by artificial intelligence one ear had a small part that recessed, an error, I thought. And instead, I then noticed in the mirror, that among the many “defects” I also have an ear with a small, slightly receding part, the right ear, I had never noticed it, yet the AI ​​had stored it in its model and me he proposed it again. I could modify it and re-instruct the AI ​​to an ideal version of me but I prefer to leave it. Yes, you can fool the AI ​​and make it believe anything.

Are there any limits?
Maybe not, and it’s a little troubling.
Attention, there are already numerous applications on the market such as Dall-e and Midjourney that now grind billions. These services, which will multiply in the coming months, have central servers and computing power “for sale”, in fact it costs real money to process an image with AI. Every image, however small, consumes all the resources of an expensive and powerful PC.

I shouldn’t say it but .. attention, the public A.I. , the famous and paid ones, are heavily censored. Yes, a lot of censorship, absurd, but perhaps useful. I can ask an AI to create a photo of a butcher with the face of Lady Oscar who has to quarter a pig for work to get us food, and so far nothing absurd. The problem is, I can reverse the terms and view anything else, anything. That’s why for now all AI services are censored, many words cannot be written. The AI ​​does not care what we ask, for it there is no difference, but for our morale it could be a trauma.

What about rights and copyright?
A disaster, a chasm, an implosion!
Attention, paid A.I. services insert hidden “watermarks” (yes … .. they do not tell you) and in theory they would like to preserve the copyright on the image produced.
What a disaster if this becomes an NFT! However, watermarks and censorship make no sense in programming, they are eliminated in 10 seconds.
The problems are only at the beginning and it will be fun.

Is it a dangerous technology?
Yes a lot

Should it be regulated?
It would be better than that.

Is it possible to regulate it?
NO, if you know how to program

Is it possible to block, censor and govern an A.I. ?
NO, if you know how to program.

Will AI robots be dangerous?
Yes a lot

Can robots with A.I. be limited by laws and rules?
Yes, just program them

So are we safe?
No, just reprogram them

What about Asimov’s 3 laws on robotics?
Nonsense, if you know how to program they can be removed.

Will A.I. conquer the world?
YES, some sense yes.

Will A.I. take the lead like Skynet and destroy us?
No, she doesn’t care.

What world will it be?
.. more and more difficult and fascinating,
but don’t worry we will not last long, between pandemics and the greenhouse effect it is evident that the planet can no longer stand us, not to mention the fact that in 2022 we are still fighting wars with tanks and guns, we do not deserve the planet or the beauty of the future I.A. sentient.

These are all generations of MarioTaddei.pt after the Textual Inversio.
Yes, it is me in other universes generated by the singularity *, which is coming soon.

Mario Taddei
5/10/2022 – 2:47 AM!

PDF

AI €€€€!

DALL-E 2
https://openai.com/dall-e-2/

Midjourney
https://www.midjourney.com/home/

Dalle MINI
https://huggingface.co/spaces/dalle-mini/dalle-mini

NightCafe
https://nightcafe.studio/

Deep Dream Generator
https://deepdreamgenerator.com/

Artbreeder
https://www.artbreeder.com/

DeepAI
https://deepai.org/machine-learning-model/text2img


Textual Inversion embeddings

https://huggingface.co/sd-concepts-library

https://cyberes.github.io/stable-diffusion-textual-inversion-models/

https://rentry.org/embeddings







Leonardo the Scientist–Artist

Martin Kemp – Mario Taddei

The Commonwealth Club of California
Friday, Dec. 2, 2022 | 5:00 PM

Sponsored by Humanities West in association with the Leonardo Da Vinci Society and the Italian Cultural Institute”Five centuries after his death, Leonardo Da Vinci is attracting more attention for his art, his science and his mechanical inventiveness than ever. Humanities West celebrates his continuing cultural contributions with an encore presentation of Leonardo’s Legacy, our February 2019 program, again featuring Martin Kemp, London’s leading Leonardo scholar, who will treat us this time to his latest research on Leonardo’s study of the science of optics and how that study influenced his artistic creations.

In addition, to demonstrate just how relevant Leonardo remains, Mario Taddei will join us from Milan to describe Leonardo’s influence on computer science, virtual reality and artificial intelligence. Professor Taddei is the curator of an elaborate virtual reality exhibit of Leonardo’s art and scientific drawings from his codices, which features virtual art restorations and 3D versions of Leonardo’s inventions and mechanical designs.”


Fri, Dec 2 / 5:00 pm PSTThe Commonwealth Club of California110 The EmbarcaderoTaube Family AuditoriumSan Francisco, CA 94105

31/10/2022 – the event has been postponed to a date to be defined


Martin Kemp

Emeritus Professor of the History of Art, Oxford University; Honorary Chair of the DaVinci Network; Author, Living with Leonardo: Fifty Years of Sanity and Insanity in the Art World and Beyond, and Leonardo Da Vinci: The 100 Milestones

Mario Taddei

Professor of Computer Science, Politecnico of Milan, ACME; Author, Leonardo Da Vinci & Virtual Reality—From Mona Lisa to the Metaverse, and Leonardo’s Machines: Secrets and Inventions in the Da Vinci Codices; Museum Curator and Director, Leonardo Da Vinci Academy

George Hammond

Author, Conversations With Socrates—Moderator

https://www.davincisanfrancisco.com
https://www.commonwealthclub.org
https://humanitieswest.net

𝐋𝐞𝐨𝐧𝐚𝐫𝐝𝐨 𝐃𝐚 𝐕𝐢𝐧𝐜𝐢 𝐀𝐜𝐚𝐝𝐞𝐦𝐲

Created in 2021 to address the new issues concerning Virtual Reality, Metaverse, NFT, Teaching, STEAM, Publishing, exhibitions and new generation multimedia museums.

Mario Taddei’s studies on Leonardo da Vinci since 1999 are the basis of the search for creativity and methodologies for a new academy that deals with the new cutting-edge digital means used in artistic, historical and scientific fields.A new Academy, a “virtual” academy, which teaches and combines Leonardo da Vinci’s creativity with modern technologies for the new professions of the future. A multimedia Renaissance workshop for a new “Digital Renaissance”.
Computer graphics, design, fashion, virtual reality, science and art courses.STEAM Methodologies – History of the Italian Renaissance & Multimedia. Private courses, accompanied by workshops, exhibitions and multimedia labs, prepare students to create their own future and work in the film, edutainment, video game and nascent Metaverse industries. The training of students on cutting-edge VR, AR and XR technologies with NFT management, gaming design and art history will take shape with exhibitions, products and events, both real and digital, organized by the Academy.

www.Davinciacademy.net

𝐋𝐞𝐨𝐧𝐚𝐫𝐝𝐨 𝐃𝐚 𝐕𝐢𝐧𝐜𝐢 𝐀𝐜𝐚𝐝𝐞𝐦𝐲

Nasce nel 2021 per affrontare le nuove tematiche e le sfide innovative riguardanti ambiti quali: Realtà Virtuale, Metaverso, NFT, Insegnamento, STEAM, Editoria, Mostre e Musei multimediali di nuova generazione.

A Tribute to Macau E-sports Coming to the Bay Area in Excitemen

Macao Prosperous World Cup
Metaverse International Summit Forum

The first Macau E-sports “PEAK CUP” and the Guangdong-Hong Kong-Macau-Great Bay Area Diversified Esports Industry – Metaverse International Online-Forum was launched on 25 June in Shenzhen by way of a time-lapse link. The “PEAK CUP” takes the national strategy of “developing e-sports aesthetic education” as its core, and contributes to the “world commonwealth” and It is also a supporting base for the strategy of “helping entrepreneurship” and “strengthening the country through science and technology”.

​致敬澳门电竞 湾区精彩而来——首届澳门盛世杯粤港澳大湾区多元化电竞产业·元宇宙国际高峰连线论坛新闻发布会召开

web1 LINK Chineseweb2 LINK Englishweb3 LinK Chinese

在“北京抗大光荣传统研究会”、“中国科技产业化促进会文化寻力委员会”、“中国红色文化研究会研学旅行工作委员会” “科创中国”大湾区联合体 作为特别指导机构背景下,本次盛世杯组委会由“环球产业电竞协会(澳门)“深圳市科技交流服务中心”联合主办”,并由“澳门澳新电竞产业服务中心有限公司”、“北京中和盛世文化传媒有限公司”、“上海睿乃颂洋联文化传播有限公司”、“哈尔滨工业大学建筑设计研究院有限公司”联合承办。这次连线论坛,组委会环球产业电竞协会(澳门)会长华子锋先生、环球产业电竞协会(澳门)理事長周可祺先生,组委会主席TomanChou先生,不仅邀请了中国荒漠化治理基金会北京大学国家经济资源研究中心秘书长、一带一路大使论坛名誉院长、一带一路城市联盟严万鸿主席;国家职业教育研究院张德祥主任;中国企业家创新智库首席专家、中国生产力学会策划专家委员会全国专家委员,邦交臻礼标准认证专委会会长,李羿锋先生,等相关领导专家连线发言。还邀请到了盛世杯执委会专员、首届王者荣耀全国女子电竞冠军俱乐部RE-GIRLS聯合创始人林梓文先生;以及UNI香港青年创业空间及一国两制应用中心联合创始人+CEO陈升,以及国内电竞产业优秀精英 海皈电子竞技俱乐部成员Nicholas Lee先生、Claire Chan女士、Rico Wong先生,Dr. Enoch Lam等诸多代表,来分享电竞新丝路的文化出口电竞基地展望。
此外,组委会成员,由德必集团运营的中意设计交流中心——佛罗伦萨基地,也同时邀请了政府的核心科技职能机构来共襄盛举;海皈国际精英俱乐部(Meta Overseas)更邀请了意大利威尼托大区议员、帕多瓦市长代表、帕多瓦文化局长、联合国教科文组织终生荣誉奖获得者安德烈·科拉索教授;

意大利米兰达芬奇研究院院长、国际达芬奇研究顶级专家、米兰理工大学多媒体应用及虚拟场景开发教授马里奥·塔戴伊教授;意大利金融经济学专家、原意大利外交部高级顾问,原意大利能源基金会副会长及意大利-欧盟道路和机场基础设施运营的财务专家斯克罗卡·克劳迪奥博士;中德营造文化学会会长、波恩大学地理研究所历史地理系研究员、中欧文化景观学会专家、德国李希霍芬《中国旅行日记》研究组组长孔洞一博士;意达罗国际文化基金会会长、意大利高等法院专职翻译、原意大利罗马市政府国际交流中心副主任、莫里塞大区商务厅副主任柯星海先生;意大利著名爱国华侨、启功大师的学生、维护海外华人华侨利益的公益领袖、中国传统文化在海外弘扬发展的领头推动人潘仲骞先生;德中旅游文化交流协会会长、旅德北京总会暨北京商会创始副会长、北京市海外青年委员蔺松先生;中德文化与教育交流中心主席、科隆市政府中德青少年教育项目协调员吕杉先生,等等。这些来自海外、衷心愿意与中华文明一起携手共进的国际友人,发来对活动的祝福视频。

组委会将从中国“电竞政策解读”和“电竞经济解析”两方面入手,未来服务于国内外机构及相关政府,并进一步推动澳门成为中国的国际电竞之都。
本次“盛世杯”以“请进来、走出去”模式,搭建一个自上而下的、国内外电竞产业政策法规解读平台,完善中国电竞标准成果落地和市场及产业生态,实现人才引进、资金引进、项目引进、游客引流的综合体系目标。并以此为依托,创造一个由全民共建、共赢、共享、共同富裕的电竞多元产业孵化双循环平台。
在得到国际众多机构平台及中国有关部委专家的指导支持下, “盛世杯”还将助力澳门通过国际融合与共同发展,最终形成立体化的中国电竞产业运营矩阵。同时,作为活动的另一个目标——在配合中国电竞标准之编撰工作的基础上,组委会还从政府、企业和群众的实际需求中出发,力图通过“盛世杯”,不仅去打造一流的国际电竞生态圈,还兼顾未来中国的电竞政策,将如何有序地去辐射经济、教育、文化、生态、农业、科技、环保、网络安全等多产业循环领域。

A Tribute to the Wonderful Coming of the Macao E-Sports Bay Area – Si è tenuto la conferenza stampa della prima Coppa del mondo di Macao Prosperous World Cup Guangdong-Hong Kong-Macao Greater Bay Area Diversified E-Sports Industry Metaverse International Summit Forum

𝐋𝐞𝐨𝐧𝐚𝐫𝐝𝐨 𝐃𝐚 𝐕𝐢𝐧𝐜𝐢 𝐀𝐜𝐚𝐝𝐞𝐦𝐲

Created in 2021 to address the new issues concerning Virtual Reality, Metaverse, NFT, Teaching, STEAM, Publishing, exhibitions and new generation multimedia museums.

Mario Taddei’s studies on Leonardo da Vinci since 1999 are the basis of the search for creativity and methodologies for a new academy that deals with the new cutting-edge digital means used in artistic, historical and scientific fields.A new Academy, a “virtual” academy, which teaches and combines Leonardo da Vinci’s creativity with modern technologies for the new professions of the future. A multimedia Renaissance workshop for a new “Digital Renaissance”.
Computer graphics, design, fashion, virtual reality, science and art courses.STEAM Methodologies – History of the Italian Renaissance & Multimedia. Private courses, accompanied by workshops, exhibitions and multimedia labs, prepare students to create their own future and work in the film, edutainment, video game and nascent Metaverse industries. The training of students on cutting-edge VR, AR and XR technologies with NFT management, gaming design and art history will take shape with exhibitions, products and events, both real and digital, organized by the Academy.

www.Davinciacademy.net

𝐋𝐞𝐨𝐧𝐚𝐫𝐝𝐨 𝐃𝐚 𝐕𝐢𝐧𝐜𝐢 𝐀𝐜𝐚𝐝𝐞𝐦𝐲

Nasce nel 2021 per affrontare le nuove tematiche e le sfide innovative riguardanti ambiti quali: Realtà Virtuale, Metaverso, NFT, Insegnamento, STEAM, Editoria, Mostre e Musei multimediali di nuova generazione.

www.Davinciacademy.net

Conferenza Da Leonardo Da Vinci al Metaverso

Prof. Mario Taddei

Lettura Vinciana Multimediale

“Da Leonardo Da Vinci al Metaverso”, a cura del Prof. Mario Taddei

Summer School di Intelligenza Artificiale e Scienze della Vita

VLunedì 27 giugno dalle 15.30 alle 17.30 nell’aula magna della Fondazione Polo Universitario Grossetano, Via Ginori 43, Grosseto.

I segreti, i disegni e l’arte di Leonardo alla ricerca dei suoi robot nei codici, dall’archeologia vinciana multimediale alla realizzazione del modello. Studiando i codici meno conosciuti di Leonardo è possibile scoprire ancora oggi, nuove idee e nuovi progetti come quello di un sistema ad orologeria ad acqua collegato con un busto umano, un vero e proprio androide meccanico.
Il convengo è organizzato da SAIHUB, Fondazione Monte dei Paschi, Università di Siena e Fondazione VITA, con il Patrocinio di Regione Toscana e GiovaniSì, ed è aperto a tutti in forma gratuita.


Prof.Mario Taddei,
ha insegnato al Politecnico di Milano. Ha dedicato gran parte della sua attività allo studi o e allo sviluppo di prodotti multimediali interattivi per la divulgazione della scienza. Si occupa da tempo dello studio e della ricerca riguardante Leonardo da Vinci e ne è divenuto uno dei maggiori esperti a livello internazionale. Insegna Realtà virtuale e design all’accademia arte di Milano. www.mariotaddei.net / www.DaVinciAcademy.net


Iniziativa :
Robocode www.robocode.it
SAIHUB Siena Artificial Intelligence Hub,
Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca,
Leonardo da Vinci ACADEMY,
Università di Siena,
Regione Toscana,
Istituti tecnici Superiori,
POR FSE Toscana,
Giovani Sì,
Fondazione Vita,
Unione Europea Fondo sociale Repubblica Italiana.
www.SAIHUB.org www.itsvita.it – info@itsvita.it – 0577.231.298

𝐋𝐞𝐨𝐧𝐚𝐫𝐝𝐨 𝐃𝐚 𝐕𝐢𝐧𝐜𝐢 𝐀𝐜𝐚𝐝𝐞𝐦𝐲

Created in 2021 to address the new issues concerning Virtual Reality, Metaverse, NFT, Teaching, STEAM, Publishing, exhibitions and new generation multimedia museums.

Mario Taddei’s studies on Leonardo da Vinci since 1999 are the basis of the search for creativity and methodologies for a new academy that deals with the new cutting-edge digital means used in artistic, historical and scientific fields.A new Academy, a “virtual” academy, which teaches and combines Leonardo da Vinci’s creativity with modern technologies for the new professions of the future. A multimedia Renaissance workshop for a new “Digital Renaissance”.
Computer graphics, design, fashion, virtual reality, science and art courses.STEAM Methodologies – History of the Italian Renaissance & Multimedia. Private courses, accompanied by workshops, exhibitions and multimedia labs, prepare students to create their own future and work in the film, edutainment, video game and nascent Metaverse industries. The training of students on cutting-edge VR, AR and XR technologies with NFT management, gaming design and art history will take shape with exhibitions, products and events, both real and digital, organized by the Academy.

www.Davinciacademy.net

𝐋𝐞𝐨𝐧𝐚𝐫𝐝𝐨 𝐃𝐚 𝐕𝐢𝐧𝐜𝐢 𝐀𝐜𝐚𝐝𝐞𝐦𝐲

Nasce nel 2021 per affrontare le nuove tematiche e le sfide innovative riguardanti ambiti quali: Realtà Virtuale, Metaverso, NFT, Insegnamento, STEAM, Editoria, Mostre e Musei multimediali di nuova generazione.

www.Davinciacademy.net